Barca a vela di 13 metri distrutta dalle fiamme in Costa Smeralda

Intervento dei vigili del fuoco per l'incendio di un’imbarcazione di 13 metri nel porto turistico di Cannigione, in Sardegna. Ancora da accertare le cause del rogo

16 April 2022 | di Giuseppe Orrù

Un incendio ha distrutto una barca a vela di 13 metri, denominata “Hydra”, ormeggiata nel porto turistico di Cannigione, frazione di Arzachena, in Sardegna.

Poco dopo le 3 del mattino di sabato 16 aprile è scattato l’allarme nell’approdo turistico del nord della Sardegna, nel cuore della Costa Smeralda. Le fiamme si sono sprigionate a bordo dell’imbarcazione a vela per cause sono ancora da accertare. I danni sono stati ingenti e lo scafo è semiaffondato all’interno dell’approdo di Cannigione.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Arzachena, con il supporto di un’autobotte di Olbia, e i sommozzatori del comando provinciale di Sassari per ispezionare lo scafo e valutarne la stabilità. Non si segnalano feriti e non risultano altre imbarcazioni danneggiate dal rogo.

Sono intervenuti anche gli uomini della Guardia Costiera di La Maddalena con la motovedetta CP 870, che ha permesso di estinguere l’incendio e ha impedito che le fiamme si propagassero anche alle imbarcazioni vicine e alle strutture portuali. L’intervento e la successiva bonifica sono durati diverse ore, sino a metà giornata.

Dopo aver spento le fiamme, i pompieri hanno dovuto raffreddare tutta la struttura della barca e la parte di scafo non affondato, per evitare che il rogo potesse ripartire nuovamente. La Capitaneria di porto e il concessionario del pontile di ormeggio, intanto, si sono subito messi all’opera con attività di prevenzione antinquinamento ambientale.

L’armatore della barca a vela è stato chiamato dalla Guardia Costiera, che lo ha diffidato ad adottare con urgenza ogni misura necessaria per eliminare il potenziale pericolo di inquinamento e procedere al recupero dello scafo dell’imbarcazione.

 

Foto e video: vigili del fuoco

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

2 commenti

  1. Andrea says:

    Ci tenevo molto era la mia barca fino a circa due mesi fa’ , gli avevo fatto parecchi lavori , quando mi hanno dato la notizia è’ stato come aver perso un parente

  2. Rolando says:

    Povera barca…letteralmente persa……

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2022 Daily Nautica - Ogni giorno, un mare di notizie.
Registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione