Filippo Rossi di Floating Life a DN: “Così abbiamo seguito la nascita di un Nautor Swan 78”

Il direttore commerciale di Floating Life spiega a Daily Nautica il processo di accompagnamento dell'armatore nella scelta e nella realizzazione del suo yacht

12 June 2024 | di Marcella Ottolenghi

Filippo Rossi, direttore commerciale di Floating Life, società svizzera scelta come rappresentante da un armatore per la realizzazione del suo Nautor Swan 78, ha partecipato alla consegna dell’imbarcazione. Il risultato di un percorso, per lo stesso Rossi e tutti i professionisti che operano all’interno di Floating Life, marchio specializzato nello yacht management, che conferma ancora una volta la competenza del gruppo nel supporto tecnico e gestionale.

Siamo davvero molto contenti – esordisce Filippo Rossi – di annunciare il completamento di questo progetto significativo, per un cliente prestigioso. Il nostro ruolo di ufficio tecnico e di rappresentante dell’armatore è risultato infatti cruciale in tutte le fasi della costruzione e della gestione della nuova barca a vela“.

L’opera di accompagnamento di Floating Life

Come è stato affiancato da Floating Life l’armatore nella scelta del cantiere?

“Il proprietario, che cercava uno yacht a vela, è stato accompagnato dai nostri broker nei cantieri più indicati per questo tipo di imbarcazioni. Per lui hanno organizzato prove in mare e visite a bordo, allo scopo di individuare la soluzione più adatta, rispondente ai suoi desiderata. Una prima fase al termine della quale il cliente ha scelto Nautor Swan“.

Come si è sviluppata la gestione del processi di costruzione?

“Siamo stati incaricati dall’armatore in qualità di ufficio tecnico e di ‘owner’s representative’ di seguire l’intero processo realizzativo dello yacht. Durante le fasi iniziali abbiamo supportato il cliente nella definizione del contratto di acquisto, prestando particolare attenzione alle condizioni di vendita e alla revisione e al controllo delle specifiche tecniche.

Una volta definite queste ultime, abbiamo pianificato una serie di visite tecniche, al fine di verificare e di certificare lo stato di avanzamento dei lavori, in collaborazione con il cantiere costruttore. La fase più intensa è stata quella finale, conclusasi con la consegna dello scafo firmato Nautor Swan. I tecnici di Floating Life hanno completato il protocollo di accettazione, documento attestante l’idoneità e il funzionamento dell’intera barca, dagli ambienti interni agli impianti tecnici”.

Floating Life si è occupata anche delle forniture interne?

“Il nostro ufficio tecnico ha lavorato a stretto contatto con il team incaricato della fornitura degli interni, che ha suggerito e successivamente seguito la dotazione di molti accessori fondamentali per lo yacht, tra cui asciugamani, teli mare, dotazioni per la tavola (posate, piatti, bicchieri), lenzuola e uniformi sia per gli ospiti a bordo sia per l’equipaggio. Abbiamo presentato all’armatore differenti opzioni e quotazioni per ogni voce, permettendogli di scegliere le forniture migliori in base alle sue esigenze, valutando le caratteristiche di diversi prodotti.

Inoltre, con il supporto dell’ufficio logistico di Floating Life, si sono decisi e acquistati tutti gli elementi necessari per la vita e il relax in barca, tra cui dotazioni di sicurezza, tender, watertoys, dotazioni tecniche di base e spare parts”.

Vi siete occupati anche delle questioni amministrative?

“Parallelamente alle fasi costruttive e di completamento, il management team di Floating Life ha seguito la costituzione della società armatrice a Malta, definendo la bandiera e aprendo tutte le posizioni fiscali necessarie alle attività commerciali. Inoltre, abbiamo gestito il set-up dell’intera parte amministrativa, incluse apertura del conto corrente, fornitura delle carte di credito, definizione delle polizze assicurative e installazione del software contabile.

Un progetto complesso, che ha coinvolto tutti i dipartimenti della nostra società, dimostrando l’importanza del lavoro di squadra e della competenza multidisciplinare. Siamo molto fieri e onorati di aver potuto seguire il processo di realizzazione e di consegna di questa meravigliosa barca, garantendo un servizio di qualità e completo”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2022 Daily Nautica - Ogni giorno, un mare di notizie.
Registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione

Marchi FESR