Il superyacht 007 si arena e affonda al largo dell’isola di Kythnos in Grecia

Lo 007 Aegean, superyacht turco lungo 49 metri, ha iniziato a imbarcare acqua a pochi metri dall’isola di Kythnos in Grecia

4 September 2022 | di Valerio Caccavale

Lo 007 Aegean, superyacht turco lungo 49 metri, si è arenato finendo quasi completamente sommerso nelle acque di Kythnos, nell’arcipelago delle Cicladi in Grecia.

L’incidente è avvenuto nella serata di venerdì 2 settembre. Secondo una prima ricostruzione, il megayacht avrebbe colpito alcune rocce presenti sul fondale e avrebbe iniziato a imbarcare acqua, inclinandosi gradualmente. Al momento dell’incidente si trovavano a bordo 5 persone che hanno subito dato l’allarme.

Dopo la richiesta di aiuto, la nave E/P “DELTA II” si è precipitata nell’area dell’incidente, localizzando lo yacht semi-sommerso. Secondo la Guardia Costiera greca, la nave si trovava ad una distanza di circa 15 metri dal lato occidentale della spiaggia sabbiosa della baia di Kolona. I passeggeri, tutti in buona salute, sono stati trasferiti sulla barca ausiliaria e hanno raggiunto il porto di “Mericha” Kythnos.

Alle prime luci dell’alba le autorità hanno poi collocato una diga galleggiante intorno allo yacht semi-sommerso e, grazie al tempestivo intervento dei soccorsi, sembra scongiurato un possibile danno ambientale nell’area.

007 Aegean, il lussuoso superyacht di 49 metri

Originariamente lungo 32 metri, lo yacht era stato varato dal cantiere turco Aegean Yacht nel 2006. Da allora lo yacht ha subito due importanti estensioni fino a raggiungere una lunghezza di circa 49 metri. Le sue dimensioni e il suo design esterno lo hanno reso uno degli yacht più affascinanti in circolazione, da qui il nome 007.

Dopo i suoi ultimi refit, Daily Nautica lo aveva avvistato e fotografato nel porto di Bodrum, nota meta turistica della Turchia.

Fonte foto: cyclades24.gr

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Corrado Trigilio says:

    Leggo che l’incidente è avvenuto a soli 15 metri dalla costa sabbiosa. Che io sappia, in Italia è vietato transitare ed ormeggiarsi a meno di 300 metri dalle spiagge sabbiose e meno di 100 metri dalle coste rocciose. Non so qual è la legislazione greca, ma non credo che possa essere molto diversa, essendo nella comunità europea. Mi sembra che la responsabilità sia di chi era al comando dello yacht.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2022 Daily Nautica - Ogni giorno, un mare di notizie.
Registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione