Elettrificazione delle banchine: il progetto del porto di Civitavecchia per un futuro green

Rina, insieme ad un gruppo temporaneo di imprese, ha presentato un progetto per analizzare la fattibilità dell’elettrificazione del porto di Civitavecchia

20 January 2023 | di Valerio Caccavale

Il futuro del porto di Civitavecchia si colora di green. L’Autorità del Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale ha dato infatti il via ad un progetto di elettrificazione dello scalo laziale, aprendo la gara in linea con gli interventi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

RINA e DBA Group S.p.A, insieme ad un gruppo temporaneo di imprese, hanno accettato la sfida, presentando un progetto che riguarda prima di tutto un’analisi tecnica per capire la fattibilità dell’elettrificazione delle banchine. Il porto di Civitavecchia è oggi un importante hub multifunzionale con diversi traffici commerciali. Da qui l’idea di creare un modello sostenibile tramite la tecnologia di cold ironing.

“L’alimentazione elettrica delle navi – spiega Raffaele De Bettin, CEO di DBA Group – in particolare quelle di grandi dimensioni, riduce e tende ad annullare gli impatti ambientali, compresi quelli acustici. La progettazione di un sistema di cold ironing così esteso implica l’ideazione di una rete elettrica di elevata potenza. In questo modo si potrà aumentare l’efficienza e la sicurezza della rete portuale”.

Il progetto di Cold Ironing

Andando più nel dettaglio, gli interventi dovrebbero seguire due fasi. In una prima fase, la fornitura elettrica in banchina sarà in grado di alimentare due navi da crociera di grandi dimensioni e due traghetti di nuova generazione. La seconda fase prevede poi l’incremento del sistema di elettrificazione per ulteriori quattro accosti interni alla darsena traghetti, elettrificando così tutti i fronti d’ormeggio.

“Con questo progetto – sottolinea Alberto Cavaggioni, amministratore delegato di RINA Consulting – mettiamo un altro tassello al futuro delle infrastrutture sostenibili e, nello specifico, alla trasformazione dell’area portuale di Civitavecchia. Tecnologie come quella del cold ironing sono fondamentali per ridurre le emissioni nel porto e nelle zone urbane immediatamente circostanti. Anche in questo caso avremo la possibilità di mettere in campo le nostre competenze trasversali in ambito shipping, energy e infrastrutture”.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2022 Daily Nautica - Ogni giorno, un mare di notizie.
Registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione