Cresce l’attesa per il “Grand finale” di The Ocean Race a Genova: la presentazione a Roma

The Ocean Race per la prima volta in Italia nel 2023. A Genova il “Grand Finale” dal 24 giugno al 2 luglio: l’evento è stato presentato a Roma nella sede del Coni

22 November 2022 | di Redazione Daily Nautica

Nel 2023 The Ocean Race, la più famosa e impegnativa regata intorno al mondo, compie 50 anni e per la prima volta nella storia arriverà in Italia. La partenza è fissata per il 15 gennaio prossimo da Alicante (Spagna) e l’arrivo è previsto a Genova con il “Grand Finale” dal 24 giugno al 2 luglio 2023. L’evento è stato presentato martedì 22 novembre a Roma, nella sede del Coni, alla presenza, tra gli altri, del ministro dello Sport Andrea Abodi.

Genova diventerà così la capitale mondiale della vela e nel nuovo Waterfront di Levante sarà allestito l’Ocean Live Park con numerosi eventi e una previsione di oltre 300.000 presenze. Oltre all’arrivo della 14° edizione di The Ocean Race, nel capoluogo ligure sono in programma la “In Port Race” e la “The Ocean Race Legends 50th Anniversary Regatta”. E prima che il mondo “arrivi” a Genova, sarà il capoluogo ligure a fare il giro del mondo con una “Business Lounge” in ogni tappa della regata, dove verranno promosse le eccellenze italiane e liguri.

LE VOCI DALLA LIGURIA

Oltre al grande prestigio sportivo dell’iniziativa – ha detto il sindaco di Genova, Marco Bucciil valore di The Ocean Race per Genova è quello di promuovere la nostra città nel mondo: le sue bellezze, le grandi attrattività, l’enogastronomia, il clima e le tradizioni. Ma anche i processi innovativi, una realtà in piena evoluzione capace di ospitare la fase finale di un evento di livello mondiale come quello che stiamo per vivere. Con questo approccio ci apprestiamo a partire per portare Genova nel mondo grazie a The Ocean Race. Nelle sei tappe in cui sarà presente il villaggio, porteremo il nostro orgoglio, le nostre bellezze e il nostro stile, aspettando il 24 giugno 2023 quando toccherà a noi fare gli onori di casa. Siamo pronti a raccogliere la grande sfida che stiamo attendendo da anni. Sarà coinvolta l’intera città e dimostreremo di cosa sono capaci i genovesi“.

Ci avviciniamo ad un appuntamento – ha aggiunto il presidente della Regione Liguria Giovanni Totistorico e atteso. Per la prima volta il giro del mondo a vela, uno degli eventi sportivi più importanti a livello globale, si concluderà nel Mediterraneo e non in luogo a caso ma proprio a Genova, sempre di più capitale non solo della nautica, ma anche della vela. Genova sarà incoronata regina dei mari ed è pronta a mostrare a tutti la sua bellezza. Attraverso The Ocean Race verranno anche promosse le eccellenze di Genova e della Liguria davanti ad una platea di oltre 2 milioni e mezzo di persone. Una promozione del territorio che porterà grande visibilità alla nostra bellissima regione, pronta per accogliere i tantissimi turisti che giungeranno qui per la manifestazione“.

IL MINISTRO ABODI: “C’è una visione”

Genova e la Liguria – ha sottolineato il ministro allo Sport Andrea Abodihanno fatto centro, portando per la prima volta in Italia un evento che non è soltanto sportivo. The Ocean Race è molto più di una competizione, è una meravigliosa avventura, che mette in primo piano un settore industriale importante e cerca di salvaguardare l’ambiente. Sottolineo anche il grande sforzo finanziario che ha sostenuto la città di Genova: 400 milioni di investimento, 150 pubblici e 250 privati, per il nuovo Waterfront di Levante. Questo succede perché c’è una visione: non è un fotogramma, ma un film di sviluppo della città“.

I PARTECIPANTI

Ad oggi hanno confermato la partecipazione cinque imbarcazioni nella classe Imoca: 11th Hour Racing Team di Charlie Enright e Mark Towill (USA), Team Malizia di Boris Herrmann (GER), Guyot environnement – Team Europe di Benjamin Dutreux e Robert Stanjek (FRA/GER), Biotherm di Paul Meilhat (FRA), Holcim – PRB di Kevin Escoffier (FRA). Nelle prossime settimane è attesa l’iscrizione ufficiale di altre barche.

Sono due, al momento, i velisti italiani in gara: Francesca Clapcich e Giulio Bertelli. La velista triestina, olimpica a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016 nel 49er, sarà a bordo di 11th Hour Racing Team, mentre Bertelli, protagonista nell’ultima Coppa America con Luna Rossa, affiancherà Paul Meilhat a bordo di Biotherm.

LA ROTTA DI THE OCEAN RACE

Il giro del mondo è suddiviso in 8 tappe con le seguenti partenze: Alicante (15/1), Capo Verde (25/1), Cape Town (26/2), Itajaí (23/4), Newport (21/5), Aarhus (8/6), Kiel (Fly-by, 9/6), L’Aja (15/6), Genova. Verranno percorse circa 32.000 miglia, attraverso gli oceani Atlantico, Indiano e Pacifico, oltre alle inospitali profondità ghiacciate dell’oceano Meridionale che circonda l’area prossima all’Antartide.

Quella tra Cape Town e Itajaí sarà la tappa più lunga dei 50 anni di storia della regata, una maratona di 12.750 miglia durante la quale le barche passeranno per la prima volta tutti e tre i grandi capi meridionali: Capo di Buona Speranza, Capo Leeuwin e Capo Horn, senza scalo.

I NUMERI DELLA PASSATA EDIZIONE

Nell’ultima edizione The Ocean Race ha attirato 2,5 milioni di visitatori nei villaggi, coinvolto 94 mila ragazzi nel learning program, 20 mila bambini nei workshop sulla sostenibilità e 28 mila ragazzi e adulti nel “Try Sailing”. Sono stati 4.356 i media accreditati per 2,19 miliardi di audience tv news, 2,62 miliardi di lettori sulla carta stampata, 117.129 articoli online, 1,889 miliardi di social media post impressions, 200,7 milioni di social media video views e 168 milioni di interazioni social.

È importante che il nostro Paese diventi sempre più la sede di eventi internazionali – ha affermato Silvia Salis, vicepresidente vicario del Coni – perché abbiamo dimostrato di saperli organizzare al massimo, sono eventi che esportano un Made in Italy vincente e di questo il nostro Paese ha bisogno e sono eventi che sottolineano come sia importante portare in Italia capitali, turisti e interessi che vengono dall’estero“.

Argomenti: ,

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2022 Daily Nautica - Ogni giorno, un mare di notizie.
Registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione