Dal design “radicale ma logico” nasce il concept EXPV, explorer dal cuore di cristallo

Feadship ha presentato il concept EXPV, elegante explorer in cui tutto è studiato per contraddire il passato e tendere al futuro

28 October 2022 | di Marcella Ottolenghi

Sviluppato da Harrison Eidsgaard per un armatore avventuriero ma “socialite”, il concept EXPV di 87 metri del cantiere nordeuropeo Feadship è il frutto di un totale ripensamento degli stilemi di uno yacht explorer. Un’imbarcazione solida nell’aspetto ma estremamente sofisticata nel progetto ed elegante nella definizione degli spazi, costruiti attorno ad un cuore di cristallo.

Quando abbiamo iniziato questo progetto – spiega Peder Eidsgaard, co-fondatore dell’omonimo studio di designabbiamo preso tutto ciò che si trova a bordo dei superyacht e lo abbiamo metaforicamente lanciato in aria a pezzi. Quando questi pezzi sono ricaduti sul tavolo del progetto, sono finiti dove non ci si aspetterebbe di trovarli, ma dove in realtà potrebbero avere più senso. Le due tughe sono uniche, come nessun altro superyacht ha, oltre al profilo con la prua rovesciata, l’utilizzo audace del vetro e le curve dinamiche“.

Il cuore trasparente del concept EXPV

Vera audacia è il cosiddetto “Glass Bridge“, una sorta di cannocchiale di cristallo che permette di guardare lungo tutto lo yacht e che, alla tradizionale compattezza compositiva di questo tipo di imbarcazioni, sostituisce un inedito volume vetrato, capace di smaterializzarne la silhouette portando luminosità e trasparenza all’insieme.

Abbiamo collaborato con Harrison Eidsgaard per vari progetti – racconta Jan-Bart Verkuyl, direttore di Feadship e Ceo del cantiere navale Royal Van Lent – e vengono lanciate ogni volta delle sfide. Il Glass Bridge è una di queste: abbiamo lavorato a stretto contatto con gli ingegneri dello studio De Voogt per capire come si sarebbe potuto renderlo funzionale. Sospeso a mezz’aria, è un’idea completamente nuova e una vera prodezza di ingegneria“.

Altra inaspettata introduzione nel layout del concept EXPV è la Ocean Lounge, ampio beach club situato sul ponte inferiore a centro scafo, che prende luce dall’alto proprio dal cuore trasparente e si protende verso il mare grazie ad entrambe le fiancate ribaltabili. Uno spazio scenografico a bordo d’acqua, con piscina coperta e porte scorrevoli trasparenti, che permettono di lasciare aperte le piattaforme di notte alle latitudini più ospitali.

Il suo trovarsi a centro barca, al livello più basso, ha richiesto un ripensamento anche della posizione della sala macchine, progettata su un solo livello e per una propulsione diesel-elettrica, pronta ad integrare anche combustibili rinnovabili e soprattutto silenziosa.

Separazione e connessione a bordo

L’ampia Ocean Lounge è l’unico spazio in cui armatore e ospiti, accolti in 6 suite di lusso con terrazza privata sui due ponti a poppa, possono incontrarsi. Prerogativa del concept è infatti che il proprietario di EXPV possa dosare a proprio piacere separazione e connessione con gli altri viaggiatori.

La sua area è infatti servita da scale e ascensori privati, una vera e propria residenza sull’acqua con una guest house separata per amici e visitatori. “L’idea – sottolinea Eidsgaard – è quella di permettere ai proprietari dell’explorer di trascorrere a bordo anche intere settimane in piena privacy, scegliendo di interagire con i propri ospiti nella lounge a centro barca“.

Sul ponte di coperta a prua lo spazio aperto può essere utilizzato sia per prendere il sole sia per cenare. Lo studio armatoriale si trova dietro la timoneria, con master suite a tutto baglio sul ponte sottostante e sopra un salone di osservazione privato dalle ampie vetrate a tutta altezza e con terrazza privata verso prua. L’appartamento ha anche accesso diretto ad un eliporto.

Secondo Jan-Bart Verkuyl, infatti “i clienti ormai amano utilizzare il loro elicottero quasi come un tender da e verso lo yacht durante le gite di un giorno. Ciò estende enormemente l’area che possono visitare e di conseguenza il mezzo viene usato con frequenza, ma poiché l’eliporto si trova sulla tuga di prua il disturbo è minimo per le attività degli ospiti a poppa“. Completano comunque la dotazione tecnica del concept EXPV due tradizionali tender di 13,5 metri, alloggiati sul ponte aperto posto tra la Ocean Lounge e il soprastante Glass Deck.

Ulteriore elemento spettacolare del progetto EXPV è il robusto albero sulla tuga di poppa, che porta integrato nella sua struttura un “nido d’aquila“, un baccello per due persone in grado di scorrere oltre le cupole radar, fino alla testa dell’albero, sopra al ponte superiore.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2022 Daily Nautica - Ogni giorno, un mare di notizie.
Registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione