Azimut|Benetti Group a fianco dei talenti di domani con il talent program “Sea Your Future”

Grande successo per la 1ª edizione del talent program "Sea Your Future" del Gruppo Azimut|Benetti. A novembre i primi neolaureati in azienda per iniziare un percorso di crescita manageriale

11 November 2022 | di Redazione Daily Nautica
talent program “Sea Your Future” di Azimut|Benetti
Prima edizione del talent program "Sea Your Future"

Il Gruppo Azimut|Benetti, da 22 anni primo produttore al mondo di yacht sopra i 24 metri, con la prima edizione del talent program “Sea Your Future” conferma l’impegno nell’organizzazione di iniziative volte a supportare i giovani talenti, favorendone l’avvicinamento al settore della nautica, un comparto in forte crescita che contribuisce al Pil nazionale per oltre 5 miliardi di euro.

Oltre 600 candidati a “Sea Your Future”

Il percorso del Gruppo Azimut|Benetti nell’attività di formazione, articolato da diversi anni in collaborazioni con istituti di formazione professionale, secondaria e universitaria, è culminato appunto, nel 2022, con il lancio del primo programma per neolaureati “Sea Your Future”, le cui selezioni si sono appena concluse a Viareggio.

Un progetto che celebra il trend positivo che il gruppo ha registrato in termini di occupazione, con una crescita del 10% di nuovi assunti in tutte le divisioni. Alla chiamata, rivolta a neolaureati in Ingegneria ed Economia con percorsi di studio eccellenti ed esperienze di formazione internazionali, hanno risposto più di 600 candidati provenienti dalle migliori università italiane ed europee. Settanta di loro, individuati grazie a test psicoattitudinali e valutazione delle competenze, sono stati coinvolti in un processo di selezione innovativo, che li ha visti impegnati in giochi di ruolo e simulazioni di business case.

Selezionati 70 futuri manager

La selezione si è conclusa con colloqui con il senior management del Gruppo, che ha contribuito alla valutazione dell’attitudine dei candidati e che svolgerà un importante ruolo di tutorship durante il percorso in azienda. I primi quattro talenti, infatti, sono già stati assunti e inizieranno a breve il programma accelerato di crescita manageriale: lavoreranno in modo interfunzionale ruotando per periodi di almeno sei mesi all’interno delle principali funzioni del Gruppo e nelle sedi italiane ed estere. Altri sedici neolaureati, che hanno superato brillantemente l’ultima fase di assessment, saranno inseriti in azienda nei prossimi mesi con le stesse finalità e percorsi analoghi.

Percorso interfunzionale ed internazionale

Abbiamo voluto fortemente il programma – commenta Marco Valle, amministratore delegato del Gruppo Azimut|Benetti – e i giovani talenti che si sono candidati hanno confermato quanto sia importante credere in loro e, come azienda, creare opportunità di inserimento nel mondo del lavoro. Contiamo molto sul contributo che porteranno e il percorso interfunzionale e internazionale rafforzerà ancora di più la cultura del lavoro di squadra, un valore per noi fondamentale. Sono anche particolarmente contento che tra i migliori neolaureati selezionati ci sia una perfetta parità di genere, un bel segnale, che va nella giusta direzione anche rispetto ad una tematica cui da tempo rivolgiamo impegno e attenzione“.

La “curvatura delle competenze”

L’obiettivo è andare oltre alle competenze – aggiunge Alberto Pastrone, Human Resources Director del Gruppo Azimut|Benetti – e far emergere la personalità dei candidati, la loro abilità nel problem solving, la propensione al pensiero innovativo. Caratteristiche sempre più decisive, che i giovani inseriti in azienda svilupperanno ulteriormente mettendosi alla prova a livello internazionale ricoprendo ruoli anche in alcune delle sedi del Gruppo in Nord America, Europa, Medio Oriente e Brasile. Un’esperienza straordinaria, che ripeteremo su base annuale“.

Il talent program si inserisce in un percorso coerente che il Gruppo Azimut|Benetti ha da tempo avviato in collaborazione con scuole e università, con l’obiettivo di formare figure professionali richieste dall’industria nautica. Diverse le attività messe in atto, dalla formazione di profili professionali specializzati, alla sinergia con istituti di formazione secondaria per effettuare “curvature delle competenze” e sviluppare piani di studio a indirizzo meccanico-navale, fino alle partnership con istituti di alta formazione (Politecnico di Torino e Milano, Dipartimento di Economia & Marketing dell’Università di Torino, Istituto Europeo del Design) per attività che vanno dalla ricerca di nuove tecnologie, all’inserimento in azienda e alla codocenza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2022 Daily Nautica - Ogni giorno, un mare di notizie.
Registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione